Psicoterapia ad indirizzo psicosomatico

La psicoterapia ad indirizzo psicosomatico considera la persona nel suo insieme: nel corpo, nella psiche e nel piano energetico.

In verità il termine psicosomatico fa riferimento alle implicazioni, ormai accettate a livello accademico, psicologiche nell’insorgenza delle malattie. Alcune sono ormai definite dall’ambito medico psicosomatiche, come la dermatite, la psoriasi, l’asma, il cancro ecc, ma all’interno di una visione più ampia ogni espressione corporea sottende una analoga psichica, sia solo un raffreddore o una influenza. Per la visione riziana ogni sintomo è espressione di un disagio che si esprime su tutti i livelli della persona. 

I sintomi e le malattie che insorgono nel corso o che hanno accompagnato la vita del paziente vengono lette ed interpretate alla stessa stregua di sogni, fantasie. Tutto viene considerato in chiave simbolica ovvero come manifestazione di un disagio che può esprimersi secondo diverse modalità. 

Tuttavia nel corso degli anni si è inserita in tale concezione l’idea che il sintomo e la malattia fossero dei segnali di un disagio ancora più ampio, che sorge da uno smarrimento del proprio percorso di vita, di una parziale e totale snaturalizzazione dell’essere.

Comprendere questo dà la possibilità di individuare il motore psichico ed energetico che ha contribuito all'insorgere del sintomo e quindi consente di effettuare quei cambiamenti necessari per una più autentica e risolutiva guarigione. Non solo, ma consente di individuare il “terreno” su cui fattori esterni, dai virus all’inquinamento elettromagnetico possono insediarsi per contribuire alla manifestazione della malattia. 

Tale approccio era già preso in considerazione dall'antichità e dallo stesso Ippocrate, padre della medicina scientifica.

Le tecniche usate sono volte a dare spazio all'inconscio e sono varie, assolutamente di volta in volta personalizzate: disegno, lavoro sui sogni, lavoro associativo e di immaginazione, tecniche di visualizzazione e rilassamento, colloquio, ecc.

Con lo stesso criterio si effettuano colloqui di coppia e con opportune tecniche psicodiagnostiche si praticano anche consulenze nel campo infantile.


Categorie di contenuti disponibili:

Vai all'inizio